Il nostro progetto “Youth all inclusive” finanziato dal programma #Erasmusplus KA3 ha lo scopo di avere una cooperazione metodica tra partner di Paesi e competenze diverse, che si trovano tutti ad affrontare la sfida di gestire opportunità educative sempre più diseguali.
Le diverse esperienze e competenze del lavoro educativo di base sono state utilizzate per consentire oppurtunità pari e partecipazione alla società attraverso l’inclusione educativa nell’interazione tra digitalizzazione-partecipazione-transnazionalità, cercando di portare l’inclusione dei giovani svantaggiati nel progetto europeo e la loro rappresentanza in Europa.
[DOWNLOAD –>https://denkglobal.org/wp-content/uploads/2024/06/01_Diverse-Minds-Inclusive-Learners_Guidance.pdf  —–
VERSO UNA MAGGIORE INCLUSIONE NELL’EDUCAZIONE NON FORMALE – 12 METODI REVISIONATI PARITARIAMENTE

La pandemia di Covid-19 ha evidenziato e aggravato le disuguaglianze preesistenti nelle opportunità educative per i giovani in tutta Europa, mettendo in evidenza queste disparità.
L’impatto di questa crisi va oltre le prospettive individuali e minaccia la coesione e la stabilità della società europea.

In risposta a queste sfide, un consorzio di progetto, composto da organizzazioni di lavoro giovanile e educative profondamente impegnate nel benessere delle nostre comunità, ha intrapreso una missione per sviluppare un’inclusione educativa sostenibile per i giovani d’Europa.
Il progetto è stato implementato congiuntamente da DENK GLOBAL! (DG!) dalla Germania, Sunrise Project dalla Francia (SPF), Cilento Youth Union (CYU) dall’Italia e Balkans, let’s get up! (BLGU) dalla Serbia. Per due anni (da maggio 2022 a maggio 2024), i partner hanno collaborato, scambiato buone pratiche e collaborato per il beneficio dei giovani nelle loro comunità.
Durante lo svolgimento del progetto, i quattro partner hanno avuto l’opportunità di imparare gli uni dagli altri, con l’obiettivo principale di migliorare il loro impatto a livello europeo, nazionale e regionale. I partner hanno identificato lacune e opportunità nella loro struttura organizzativa ed esplorato approcci per affrontarle. Questo ha portato a un miglioramento nell’impatto delle attività, dei progetti, delle domande di finanziamento e del lobbying politico attraverso l’apprendimento organizzativo.

Come passo successivo, il consorzio ha sviluppato un set standardizzato di metodi (toolbox) e un approccio armonizzato per lo sviluppo di metodi futuri (linee guida pratiche). I partner hanno concentrato il loro lavoro e i loro metodi sulle esigenze dei giovani con minori opportunità, con un particolare focus sui giovani con capacità neurodiverse. I metodi includono suggerimenti e trucchi per lavorare con giovani diversi provenienti da contesti svantaggiati.

La sezione Metodi presenta esempi di metodi di educazione non formale curati dai quattro partner che implementano il progetto. Ogni metodo, distinto per formato e struttura, è progettato per raggiungere obiettivi di apprendimento specifici. Inoltre, ogni metodo si adatta a diversi ambienti di apprendimento. La varietà degli approcci non solo arricchisce l’esperienza di apprendimento, ma evidenzia anche i vantaggi dell’adattabilità e dei risultati mirati. Questi metodi dimostrano che l’efficacia educativa spesso deriva dall’abbracciare strutture educative diversificate, adattate a bisogni e obiettivi specifici. I lettori sono incoraggiati a esplorare queste tecniche varie per migliorare la loro comprensione e applicazione dell’educazione non formale, apprendendo dall’applicazione unica di ciascun metodo e dal suo scopo strategico.

Ciascuno dei metodi di educazione non formale inclusi in questo kit è adattato a specifici obiettivi di apprendimento, evidenziando i loro diversi formati e strutture.
[DOWNLOAD –>https://drive.google.com/file/d/1M2_6FxEsf78GZE87oDhWaghAkUxNXpDt/view

Maggiori dettagli li troverete qui –>https://denkglobal.org/en/youthallinc/